Stop alla Cellulite! Attività fisica idonea, massaggio specifico e un’alimentazione equilibrata

Programma anticellulite Genova“La cellulite? Nove volte su dieci, se una donna non ce l’ha, è un travestito. Perciò se vostro marito o il vostro fidanzato la disprezza, sappiate che è gay!” (Luciana Littizzetto)

La cellulite è provocata da un insieme di cause e fattori, ma la causa principale è l’azione degli estrogeni, ovvero gli ormoni sessuali femminili, elemento che spiega la predilezione che la cellulite ha per le donne. Gli estrogeni favoriscono la ritenzione di liquidi e quindi contribuiscono ad innescare un processo di aumento di volume e rottura delle cellule del pannicolo adiposo, che vanno a spandere il loro contenuto di trigliceridi tra le cellule circostanti, creando malfunzionamenti nel microcircolo e rigonfiamenti del tessuto adiposo.

L’alimentazione è più importante di quel che si crede e per combattere la cellulite bisogna partire proprio dalla dieta.
L’alimentazione anticellulite deve essere sana ed equilibrata e quindi mettere al bando gli eccessi e i grassi.
Via libera quindi alle proteine, che aiutano lo sviluppo muscolare, agli alimenti ricchi di ferro che favoriscono la circolazione così come la vitamina C e i frutti rossi.
E poi da preferire gli alimenti integrali che assorbono le tossine e quelli ricchi di potassio che aiutano il drenaggio dei liquidi.
Quali sono i cibi che contengono questi elementi anticellulite?

Le carni bianche e le uova, ricche di proteine,
il pesce, i legumi come le lenticchie, ricchi di ferro,
la pasta e il riso integrale (senza esagerare)
tantissima frutta e verdura.
L’attività fisica (abbinata a uno stile di vita sano e a una alimentazione equilibrata che aiuti anche a contrastare l’eventuale sovrappeso) riveste un ruolo importante nella prevenzione e nella cura di questo diffusissimo problema. Quanto all’esercizio fisico vero e proprio deve essere regolare, ma non troppo intenso e vigoroso.

fitballMeglio quindi la marcia veloce piuttosto della corsa e il cicloturismo piuttosto dello spinning ad alta intensità. Ottimale e’ il PILATES, FITBALL e ginnastica a corpo libero.

Consigliate tutte le attività eseguite in acqua come nuoto, acquagym e idrobike che sono in grado di ossigenare i tessuti e tonificare la muscolatura effettuando anche un benefico idromassaggio o MASSAGGIO LINFODREANTE a seguire.

È anche importante abbinare a questo tipo di esercizi un programma di tonificazione che sia in grado di stimolare il numero maggiore di muscoli della zona interessata, sia con esercizi a carico naturale, sia usando piccoli pesi o elastici. I movimenti vanno eseguiti velocemente e il il numero delle ripetizioni può anche essere elevato, ma non bisogna cadere nell’errore di affaticare eccessivamente il muscolo. Vi consiglio, infine, di terminare l’allenamento con alcuni esercizi di allungamento e defaticamento degli arti inferiori, mobilizzando i piedi e mantenendo, per qualche minuto, le gambe in alto per favorire il ritorno venoso.

Contattami per un programma specifico, basato sul tuo fisico, le tue esigenze, il tempo a tua disposizione!